Agriturismo Fontericcione

Con Valentina di Tommaso Agriturismo Fontericcione davvero fantastico a due passi dal castello incantato di Nocciano davvero una location per scoprire la migliore enogastronomia del territorio ma siamo qui perché oggi nel castello di Nocciano c’è stata una splendida mostra, 50 artisti che esponevano ma soprattutto il ricordo della grande Mira Cancelli, e Mira Cancelli in questo agriturismo ha raccontato una storia importante vogliamo raccontarla Valentina.

Allora la signora Mira Cancelli ha messo l’anima nel mio agriturismo, e il mio agriturismo fa parte di lei ci sono tantissimi ricordi tantissimi murales il primo è stato fatto nel 1997 rappresenta il nome del mio agriturismo Fontericcione dove rappresentata una bellissima fonte ci sono stati tanti altri murali le camere dove alloggiano i miei clienti sono tutte raffigurate con bellissimi paesaggi autunnali invernali hanno tutti i nomi tutti i nomi molto particolari l’ultimo murales che è la signora mira ha rappresentato è stato nel marzo del 2016 sono passati quindi circa vent’anni dal primo murare che rappresentava appunto questo splendido scenario questa fonte e questo paesaggio davvero incantato sì perché nel primo murales ho detto viene rappresentato il nome dell’agriturismo c’è questa bellissima fonte dove una volta si andavano a fare i panni e c’è in particolare la donna della fatica una donna vestita di rosso con la conca in testa dove invece nel secondo murales e nell’ultimo i murales che poi chiudere questo cerchio c’è la stessa donna però seduta su un muretto con la nipotina raccontano le storie guardando un paesaggio di grano e papaveri.

Storie di vita storie di anima in un paesaggio che racconta le tradizioni del territorio l’anima del territorio quell’anima che oggi voi rappresentate attraverso l’enogastronomia tradizionale i piatti che vengono dalle nonne i piatti che vengono dalle mamme di fatto infatti noi praticamente rappresentiamo quella cucina così tipica abruzzese l’artista di tutto e mia mamma la cuoca chiara dove porta in tavola a piatti tipici dai ravioli chitarra agnello pollo insomma però cose fatte veramente col cuore hai parlato di murales nelle camere quindi immagino che qui funzione anche un b&b o qualcosa del genere tosi ormai da vent’anni ecco siamo partiti veramente con la pittrice Mira Cancelli l’abbiamo conosciuta nel 96 poi venuta qui in agriturismo nel 97 e quindi ormai sono più di vent’anni che abbiamo questo bellissimo agriturismo a conduzione familiare ripeto fatto veramente un lavoro con amore con poi dedizione al proprio lavoro con amore e passione la scoperta di Mira Cancelli a Cepagatti il paese dipinto ogni muro del paese racconta le arti mestieri la storia diceva gatti e mira ha dato anima e invita a questo splendido agriturismo un ricordo di mira perché tu l’hai conosciuta ieri probabilmente poco più che bambine si la prima volta che la signora mira è venuta qua io raramente piccola ma la cosa che mi ha colpito tantissimo che quando la signora Mira prendeva in mano i suoi pannelli e si creava una magia bellissima l’ultimo murales del 2016 le ormai con età un pochino più avanzata ma quando prendeva in mano quei pennelli si creava c’era un’atmosfera intorno veramente meravigliosa.

Mira nel 97 dipingeva il primo murale quello che poi sarebbe stato accompagnato nel 2016 dal secondo murale che cosa è cambiato in 20 anni l’età cosa aveva dato di più e che cosa aveva tolto a birra allora le età aveva tolto sicuramente un po il movimento sai nel prendere comunque i colori nel camminare un pochino comunque una signora un pochino avanzava diciamo nell’età invece la cosa bella è meravigliosa che quest’arte lei ce l’aveva ce l’ha sempre avuta prendeva i pennelli e c’era magia saliva sulla scala saliva all’ultimo piolo saliva faceva il sole poi cominciava passami l’altro colore prendi quello sulla tavolozza e faceva delle cose meravigliose sembrava di vedere sono sincera una ventenne con un pennello e impressionante la trasfigurazione dell’arte e attraverso questa scala come se lei si consegnasse a un altro mondo il suo mondo quello dell’anima quello dell’arte in due minuti faceva i papaveri il sole le rondini le case gli alberi li creava da nulla proprio univano fuori delle cose meraviglioso un albero d’olivo fatto forse in cinque minuti una cosa che io dicevo ma cosa sta facendo ma cosa disegni ma dove inizia e due minuti dopo c’era un albero fantastico e tu eri la sua collaboratrice prendi quel colore si prendeva il colore prendila con il pennello la un intero nello…, veloce valentina ti prego sbrigati dai se no quindi era fantastica.

Valentina in questo agriturismo tutto parla di Mira Cancelli ma Mira Cancelli quando veniva qui che cosa diceva come si comportava come viveva questo ambiente ma mira quando veniva qua qualsiasi cosa non mi piaceva spostava faceva metteva dal centro dal mobile dal cesto qualsiasi cosa ormai era casa sua quindi lei faceva tutte le cose con tantissimo amore ricordi una frase in particolare che ti ha detto Mira Cancelli valentina qualsiasi cosa fai sempre col cuore questo mi diceva fai le cose con amore e sempre col cuore e uno splendido murale di mira campeggia anche nella vostra piscina si allora in piscina c’è un silos una parete di questo silos sono stati rappresentati miei bambini che corrono con l’aquilone c’è una bellissima poesia questo murale è stato fatto nel maggio del 2014 mi ricordo che faceva tantissimo caldo e quindi mio padre mi mise degli ombrelloni per il sole per proteggerla dal sole insomma tutta la giornata o questo murale se ne talmente stanca che mi disse guarda valentina è una cosa mi manca da fare il sole prometto nei prossimi giorni farò il sole purtroppo questo solo non c’è mai stato ma il suo che sta dentro state infatti poi il giorno qualche giorno prima adesso non mi ricordo perché la figlia era mi disse ventina mamma diceva sempre che ti fa fare quel sole che non ha mai fatto visore purtroppo però è nel cuore e del sole più bello che sia mai stato rappresentato.

L’aquilone vive di vento si libra nel cielo si innalza senti si gonfia danza con zero lei d’estate che la luce alimenta i suoi sentimenti.